Quando un amico  insegnante Tim Landee, le ha chiesto per la prima volta di provare ad immaginare una decorazione per il caschetto per la plagiocefalia di suo figlio Henry, la sua vita, insieme a quella di innumerevoli bambini che hanno utilizzato i loro caschetti personalizzati, è cambiata per sempre.

Da quel giorno, PAULA STRAWN, artista americana nativa di Washington,  ha trasformato il suo pennello ed il suo talento in una forma d’arte inaspettata ed affascinante al tempo stesso per la sfida che ha raccolto e vinto: trasformare  dispositivi medici correttivi per la plagiocefalia (caschetti) in accessori giocosi.

L’idea di dipingere sui caschi è venuta a Paula quando il suo amico si lamentava per l’aspetto che avrebbe ottenuto in pubblico quando la gente avrebbe visto il suo bambino indossare il caschetto correttivo.

Quando il medico che aveva in cura il piccolo Henry ha visto l’opera realizzata da Paula, entusiasta ha subito incoraggiatoed invitato la Strawn a lasciare i propri biglietti da visita e volantini presso il suo ufficio.

Da quel giorno quella che inizialmente sembrava una piccola sfida “artistica” si è trasformata in una vera e propria attività a tempo pieno per Paula con richieste di oltre  60 caschetti da dipingere a settimana ed oltre 2800 caschi per neonati dipinti fino ad oggi.

Come possiamo osservare nella galleria in basso, l’artista trae ispirazione dal mondo dei fumetti, dei cartoni animati e da altri supereroi in generale.

Condividi questo articolo