I dismorfismi cranici nel neonato sono molto più diffusi di quanto si pensi; la sola plagiocefalia, infatti, interessa il 46,6% dei nuovi nati. In alcuni casi le conseguenze possono essere rilevanti ed è pertanto necessario determinare il tipo di dismorfismo e la sua causa.

Ne parleremo insieme al congresso del 13 MAGGIO 2017, TARCENTO (UD)

a tema:  TRATTAMENTI NEI DISMORFISMI CRANICI

a : Villa de Rubeis Florit

Via Marinelli, 31 – angolo via Sottoriviera
(ingresso da via Sottoriviera) – 33017 Tarcento (UD)

Questo l’elenco degli interventi:

Modera G. Montanari, Pediatra di famiglia, Presidente SIP – FVG

DISMORFISMI CRANICI IN NEONATOLOGIA

G. Garani, Primario Neonatologo Ospedale Sant’Anna di Ferrara

Le plagiocefalie e la pediatria ambulatoriale

V. Colacino, Pediatra di famiglia Distretto di Cividale (UD)

TRATTAMENTO NON INVASIVO DELLE PLAGIOCEFALIE

F. D’Osualdo, Primario Fisiatra Ospedale Gervasutta Udine

IL RUOLO DEL FISITERAPISTA NELLA PREVENZIONE E NELLA CURA DELLA PLAGIOCEFALIA DEL NEONATO
C. Mantovani, Fisioterapista, Pordenone

coffee break
Modera G. Montanari, Pediatra di famiglia,

Presidente SIP – FVG

PLAGIOCEFALIE, L’APPROCCIO DEL NEUROCHIRURGO

F. Aliberti, Neurochirurgo pediatrico
e Chirurgo Maxillo Facciale
Ospedale Pediatrico Santobono di Napoli

VARIE TECNICHE DI MISURAZIONE DELLE PLAGIOCEFALIE

C. de Angelis, Ingegnere Biomedico Gricignano di Aversa (CE)

DISCUSSIONE FINALE E CONCLUSIONI AFFIDATE A:

F. D’OsualdoF. AlibertiG. Garani

Condividi questo articolo