Recensione sistematica e Linee Guida Comprovate sul Ruolo della Terapia con Ortesi Cranica (Caschetto) per Pazienti con Plagiocefalia Posizionale

A cura del Congress of Neurological Surgeons (CNS) and the Section on Pediatric Neurosurgery

 

Prima di questo studio non esistevano linee guida basate sull’evidenza circa il ruolo del ortesi craniale (caschetto) per bambini affetti da plagiocefalia posizionale.

L’obiettivo è stato rispondere alla domanda clinica “Il caschetto per il trattamento della plagiocefalia è efficace?” e di dare raccomandazioni di trattamenti basate sulle evidenze disponibili.

Conclusioni: Esiste sostanziale evidenza che dimostra miglioramenti più significativi e rapidi della forma del cranio nei bimbi con plagiocefalia posizionale trattati con caschetto, rispetto a quelli trattati con la sola terapia conservativa, specialmente se la deformità è severa, purchè la terapia ortesica venga applicata durante il periodo appropriato.

In generale, i neonati con deformità più severe e quelli che indossano il caschetto già dalla prima infanzia mostrano una più significativa correzione (e normalizzazione) della forma cranica.

Leggi l'articolo completo

Condividi questo articolo